Programma e protagonisti

Il Covid non ferma il Matrimonio Mauritano 2020

a Santadi si è riproposto il matrimonio mauritano 2020, seppur con qualche differenza rispetto al programma tradizionale. Tra i riti più sentiti la santa messa, la vestizione degli sposi e il ricevimento al centro per la cultura del vino

Nonostante l’emergenza del Coronavirus il Matrimonio Mauritano 2020 ha avuto luogo a Santadi, seppure in tono minore, la prima domenica di agosto. I cittadini hanno potuto godersi la loro festa, "Sa Coia Maurreddina” come viene detta in lingua sarda, anche se con qualche modifica rispetto al programma tradizionale: ad esempio la Santa Messa è stata trasmessa in diretta su EJA TV, sul canale 172 del digitale terrestre.

Il Matrimonio Mauritano ha avuto luogo il 2 agosto 2020. La celebrazione è iniziata alle 9 in viale Mazzini con il rito della vestizione degli sposi nella casa museo "Sa Domu Antiga”, mentre alle 10:30 si è tenuto il corteo nuziale, accompagnato da coppie in costume tradizionale e dai gruppi folk Sant’Agata Santadi e Santa Vitalia Serrenti, si è diretto verso la chiesa di San Nicolò passando per via Mazzini, via Vittorio Veneto e piazza Marconi.

Alle 11 ha avuto luogo la celebrazione della Messa officiata da Mons. Gianfranco Zuncheddu con i canti di Sandra Ligas, Massimo Perra e Daniele Cuccu e Francesco Mura all’organo. Successivamente si è svolto il Rito de sa Gratzia ed è stato distribuito il pane tradizionale ai presenti. Infine alle 17 il centro per la cultura del vino di via San Paolo ha ospitato il ricevimento degli sposi con la torta nuziale e i dolci tipici di Santadi.

Vuoi lasciare un commento?

Compila i campi per lasciare un commento. Il commento verrà pubblicato dopo l’approvazione del moderatore.