Santadi e dintorni

Le grotte di Is Zuddas: un patrimonio naturale nel cuore del Sulcis

Nel comune di Santadi (Sardegna Sud-Ovest), queste grotte ancora in attività continuano ad affascinare i migliaia di visitatori che ogni anno si recano per ammirarle

Visitando l’area attorno a Santadi non si può ignorare il richiamo delle grotte di Is Zuddas. L'area naturalistica del Sulcis, prima terra emersa di quella che oggi è la Sardegna, si trova nel Monte Meana, costituito da rocce dolomitiche risalenti a circa 530 milioni di anni fa. Nei 500 metri di grotta visibili si possono ammirare imponenti concrezioni create nei millenni dal lavoro incessante dell’acqua. Stalattiti, stalagmiti, colonne, colate e cannule lasciano stupiti i visitatori, ma ancor più fascino rivestono le aragoniti: la loro formazione all’interno della grotta è ancora misteriosa, motivo per cui sono in corso approfonditi studi per capire come crescono.

Le grotte Is Zuddas, che si aprono a 236 metri sotto il livello del mare, si sviluppano per 1650 metri, la maggior parte dei quali è accessibile ai soli speleologi. All'interno delle grotte sono presenti alcune sale, che prendono nomi particolari di fantasia a seconda delle strutture lì presenti. Infatti, la sala dell’Organo - dove nel periodo natalizio viene organizzato un suggestivo presepe - richiama un organo a canne grazie ad una colonna, creata dall'unione tra una stalattite e una stalagmite. Così come la sala del Teatro, molto ampia. Subito dopo è la volta della sala delle Eccentriche, al quale interno si trovano le aragoniti, sviluppatesi senza tener conto della gravita: per questo motivo le si possono ammirare in forme davvero particolari.

La visita alle grotte di Is Zuddas di Santadi può subire delle variazioni di orario, con modifiche a seconda della stagione. Nei mesi di gennaio, febbraio, novembre e dicembre sono chiuse nei giorni feriali e aperte nei festivi, mentre da aprile a settembre sono sempre aperte ma con alcune differenze negli orari.

Vuoi lasciare un commento?

Compila i campi per lasciare un commento. Il commento verrà pubblicato dopo l’approvazione del moderatore.