Programma e protagonisti

Come si svolge e le fasi del Matrimonio Mauritano

La tradizione millenaria de Sa Coia Maurreddina di Santadi (Basso Sulcis, Sud-Ovest Sardegna) viene rispettata seguendo un rito con fasi ben definite

Il Matrimonio Mauritano non sarebbe perfetto se non venissero seguite scrupolosamente le fasi che dal primo millennio, periodo nel quale è stato introdotto, hanno portato alla struttura attuale del rito celebrato a Santadi, paese del Sulcis.

Si parte da un punto fermo: il Matrimonio Mauritano viene celebrato la prima domenica del mese di agosto. Gli sposi, vestiti con i bellissimi abiti tradizionali di Santadi, si incontreranno nel più romantico dei modi: lo sposo, che salirà insieme alla sua famiglia su un carro trainato dai buoi e precedentemente addobbato con arazzi, spighe ed altri fiori, andrà a prendere la sposa. Prima dell’incontro col suo futuro marito, anch’ella percorrerà le vie del paese con un altro carro di buoi addobbato, accompagnata dalla sua famiglia. L’addobbo dei carri con i prodotti della terrà sta a simboleggiare la tradizione campestre di Santadi e dell’intera regione del Sulcis, simbologia rimasta anche nel rito cattolico de Sa Coia Maurreddina.

Terminato il rito religioso col sacerdote guida di questo importante momento della vita degli sposi, si torna in qualche modo alle influenze pagane, ovvero precristiane. Nella fattispecie, le madri degli sposi benedicono la nuova coppia facendo un segno della croce con un bicchiere d’acqua in mano, che poi verrà loro offerto: un simbolo di rinascita, di purificazione, di vita che in Sardegna vede numerosi altri esempi. L’acqua è sempre stata un elemento importante, fin dall’epoca prenuragica, essendo l’isola soggetta a lunghi periodi di siccità.

Proseguendo nel rito, le madri, ancora, svolgono un ruolo importante: prima nel versare sul capo degli sposi chicchi di grano, petali di rose, sale e monetine, che simboleggiano abbondanza, felicità, ricchezza e saggezza. Infine, verranno distrutti dei piatti in ceramica: un altro augurio di felicità per gli sposi.

Gli sposi doneranno del pane ai partecipanti al rito religioso, poi proseguiranno i festeggiamenti con amici e familiari. In paese, nella serata della domenica, si continuerà a festeggiare il rito con canti e balli folcloristici.


Nella foto: sfilata dell'edizione 2017 del Matrimonio Mauritano di Santadi (Iglesiente, Sud-Ovest Sardegna). Di Federico Nonnis e da comune.santadi.ci.it.

Vuoi lasciare un commento?

Compila i campi per lasciare un commento. Il commento verrà pubblicato dopo l’approvazione del moderatore.